Skip to content Skip to main navigation Skip to footer

Incisioni rupestri in Val Camonica – Patrimonio UNESCO dal 1979

Incisioni rupestri Val Camonica

Visita le Incisioni Rupestri della Val Camonica. Il gruppo delle incisioni rupestri della Val Camonica è stato il primo sito italiano dichiarato patrimonio Unesco.
In ben 24 comuni della valle sono emersi resti di arte rupestre. Con più di 2000 rocce, sono una delle più ampie collezioni al mondo. I graffiti vanno dal Mesolitico fino all’Età del ferro. Vi sono anche esempi posteriori di epoca romana, medievale e persino alcune incisioni risalenti al XX secolo.

Nel 1909, il geologo alpinista Walther Laeng, scoprì le prime incisioni su due massi istoriati a Cenno. Dopo altre scoperte e l’avvio di studio e ricerche, nel 1955 viene fondato il Parco Nazionale delle incisioni rupestri di Naquane. L’anno successivo iniziarono le esplorazioni dell’archeologo Emmanuel Anati. Con l’individuazione di decine di migliaia di graffiti, la Val Camonica è diventata il sito d’arte rupestre più importante d’Europa, con molte pubblicazioni e convegni dedicati.
Le ricerche archeologici sono ancora in corso e negli anni hanno ampliato il patrimonio censito.

Dopo l’istituzione del primo parco archeologico nel 1955, sono nati altri poli nei diversi comuni della valle:

 

Scopri tutti i siti Unesco in Lombardia.
Visitando la nostra pagina Luoghi in Comune potrai anche conoscere tutte le attività da fare nei comuni!

©Foto: Roger469 – Opera propria, Pubblico dominio
©Riproduzione riservata