Skip to content Skip to main navigation Skip to footer

Isolino Virginia – Patrimonio UNESCO dal 2011

L’Isolino Virginia è il più antico insediamento palafitticolo dell’arco alpino, Patrimonio UNESCO dal 2011. Precedentemente noto come isola di San Biagio e isola Donna Camilla Litta, è un isolotto  nato dalla sedimentazione dei detriti. Di forma triangolare, ha una superficie di circa 9.200 mq.
Si trova nei pressi della costa occidentale del Lago di Varese, a circa una ventina di metri dalla riva del comune di Biandronno. Curiosamente, è però di proprietà del comune di Varese.
È raggiungibile dalla località Strencia di Biandronno con un battello elettrico.

I resti archeologici furono scoperti nel 1863 mentre i primi scavi si devono all’allora proprietario, il marchese Andrea Ponti. I reperti appartengono a una civiltà preistorica che abitò l’isola dal primo Neolitico fino alla fine dell’età del Bronzo, con insediamenti risalenti alla seconda età del V millennio a.C.
Per conoscere la vita dell’uomo preistorico, sull’isolotto è possibile visitare il Parco Archeologico Isolino Virginia e il Museo Civico Preistorico. Parte dei reperti sono conservati presso Villa Mirabello a Varese.
Sull’Isolino è anche presente un’attività di ristorazione dove gustare i piatti tipici della zona, quali risotto al persico e pesce in carpione.

©Foto: Andrea Ganugi – Opera propria, CC BY-SA 4.0
©Riproduzione riservata