Skip to content Skip to main navigation Skip to footer

Chiesa della Madonna di San Vitale o Santi Vitale e Valeria

L’esistenza della chiesetta della Madonna di San Vitale è attestata sul finire del XIII secolo, poiché citata da Goffredo da Bussero nel Liber Notitiae Sanctorum Mediolani. L’edificio, anche noto con la dedica ai Santi Vitale e Valeria, ha visto diverse fasi costruttive. Le ultime modifiche risalgono all’inizio del Novecento, quando fu aggiunta la sacrestia.

Si presenta oggi con una piccola pianta rettangolare ad aula unica con coro quadrangolare e campaniletto. Semplice la facciata, con profilo a capanna, lesene angolari e timpano triangolare con croce sulla sommità. Nello sfondato si trovano il portale ribassato e un oculo circolare.
L’aula è coperta da soffitto piano ligneo e conserva affreschi del XV – XVI secolo rappresentanti la Madonna del Latte e la Santa Casa di Loreto. Nel presbiterio sono collocati una tela del martirio di San Vitale e riquadri con scene dell’infanzia di Cristo e della Passione. La chiesetta in precedenza ospitava anche il Martirio dei Santi Titolari, ora conservato nella parrocchiale. All’esterno sono state ritrovate antiche tombe e un’ara dedicata a Giove.

©Riproduzione riservata