Skip to content Skip to main navigation Skip to footer

Monte San Giorgio – Patrimonio UNESCO dal 2010

Il Monte San Giorgio è un piccolo gruppo montuoso a cavallo tra Italia e Svizzera: oltre all’omonima cima Monte San Giorgio nel Canton Ticino, nel versante italiano si trovano il Monte Orsa e il Monte Pravello.
Per la straordinaria conservazione di fossili il massiccio è stato riconosciuto sito Unesco nel 2003 e di nuovo nel 2010.

Alle prime scoperte nelle miniere di Besano seguirono moltissime ricerche, con la scoperta di oltre 20.000 fossili, di cui diversi perfettamente conservati. L’impianto montuoso è considerato la migliore testimonianza della storia geo-paleontologica in ambiente marino del Triassico Medio, con fossili di rettili, pesci, insetti, microrganismi e flora sia già noti, sia nuove specie tipiche del sito.
La perfetta conservazione dei reperti è dovuta a una laguna molto ampia e bassa creatasi 235 milioni di anni fa. In questo ambiente, grazie al clima caraibico, gli animali morendo si depositavano su un fondo poco profondo e fangoso, permettendone la stratificazione e conservazione fino ai giorni nostri. In alcuni casi sono stati rinvenuti anche le parti molli di alcuni esemplari di pesci.

Nei pressi del gruppo montuoso si sono sviluppati diversi poli museali, tra cui il Museo dei fossili di Monte San Giorgio a Meride, un sentiero didattico geo-paleontologico con tavole esplicative lungo i sentieri dei rilievi montuosi, il Museo civico dei fossili di Besano e il Civico Museo Insubrico dei Storia naturale e Visitor Center Monte San Giorgio a Clivio.

Il Besanosaurus e il Saltriovenator Zanellai

Tra i fossili emersi, ricordiamo il Besanosaurus, un rettile marino lungo circa sei metri, con una forma simile a quella dei delfini. L’esemplare, scoperto nel 1993 nelle miniere di Besano, era una femmina gravida. Attualmente il fossile si trova nel Museo civico di Storia Naturale di Milano, un calco è presente nel Museo civico dei fossili di Besano.

A Saltrio nel 1996 sono emersi i resti di un Saltriovenator Zanellai o più comunemente Saltriosauro. Si tratta dell’unico esemplare di dinosauro in Lombardia, del primo dinosauro giurassico trovato in Italia e del più antico ceratosauro del mondo.
Le ossa (circa il 10% del corpo) sono poche ma sufficienti a descriverlo come un dinosauro carnivoro bipede, alto quattro metri e lungo otto. I resti sono conservati presso il Museo di Storia Naturale di Milano mentre il Museo Civico di Besano ne conserva una riproduzione.

©Foto: Ghedoghedo – Opera propria, CC BY-SA 3.0
©Riproduzione riservata