Skip to content Skip to main navigation Skip to footer

Chiesa di San Bernardino

La chiesetta di San Bernardino si trova in località Cascina dei Poveri, luogo in cui nacque la beata Giuliana Puricelli, fondatrice del monastero presso il Sacro Monte di Varese e dell’ordine delle Romite Ambrosiane.
Costruita nel XVII secolo, alla piccola chiesa furono aggiunti successivamente la sagrestia e il campanile.
Dagli anni Sessanta la località di Cascina dei Poveri subì un progressivo abbandono, portando al declino e all’abbandono della chiesetta. Il comune di Busto Arsizio, proprietario di parte della cascina, ha recentemente fatto restaurare la chiesa, con la ricostruzione delle sezioni crollate.

La chiesa si presenta oggi con doppio presbiterio e un’abside quadrata. È in parte intonacata e in parte in bugnato. La semplice facciata è a capanna, con frontone triangolare. Tra due lesene un arco cieco ingloba il portone di ingresso e una nicchia vuota. L’esterno dell’abside è decorato con una nicchia vuota e rosoni.
L’aula è rettangolare con soffitto a cassettoni, mentre il presbiterio ha copertura a volta a botte. Sotto il pavimento è venuta alla luce una cripta intonacata, oggi visibile grazie a delle lastre di vetro.
Le opere della chiesetta, tra cui la statua di san Bernardino e la lapide con iscrizione dedicatoria alla Beata Giuliana, sono ora esposte presso le Civiche raccolte d’arte di Palazzo Cicogna.