Skip to content Skip to main navigation Skip to footer

Chiesa della Madonna della Speranza e della Pace o del Lazzaretto | Belforte

La chiesa parrocchiale di Belforte è stata costruita tra il 1690 e il 1705. Un tempo in posizione isolata, sorge nel luogo in cui, durante la pesta del Seicento, si trovava il lazzaretto. Per questo motivo è oggi anche conosciuta come chiesa del Lazzaretto. In origine era tuttavia dedicata a san Gregorio e san Materno, forse in onore della cappella del vicino castello di Belforte.

La chiesa, in muratura a vista, ha pianta rettangolare ed è composta da un’unica aula con cappelle laterali. Dal lato meridionale si alza il piccolo campanile, con struttura triangolare. La facciata a capanna è interamente a vista tranne per il protiro dell’ingresso, in pietra chiara. La superficie è decorata con nicchie e archeggiature e scandita da lesene, che sorreggono il timpano triangolare.
Lungo la navata, coperta da volta a botte con lunetta, si aprono le cappelle laterali, che conservano le statue di sant’Antonio da Padova e della Beata Vergine Assunta. Fulcro della decorazione è la parete di fondo del presbiterio dove, al centro di un affresco in trompe-œil, si trova una pala d’altare di Federico Bianchi. Datata al XVII secolo, raffigura la Beata Vergine con i santi Gregorio, Materno e Monica.

©Riproduzione riservata