Skip to content Skip to main navigation Skip to footer

Castello Visconteo

Si sa poco sull’origine del Castello Visconteo. Nel X secolo era una fortezza, che fu probabilmente ampliata con la nascita del feudo. Besnate faceva parte della contea di Seprio e con l’arrivo, a metà XIV, del milanese Ambrogio Visconti, il castello fu rafforzato e ampliato, diventando residenza privata della famiglia. Con la costruzione del Palazzo Visconteo, la fortezza perse la sua funzione di dimora e con l’estinzione nel 1715 del ramo besnatese, le strutture diventarono private e furono frazionate.

Le antiche mura del castello sono state negli anni rimaneggiate e sono oggi residenze private. Del castello rimangono la chiesetta di Santa Maria al Castello e la torre ad angolo, che seppur restaurata, mantiene in gran parte l’aspetto originale. Sopra il portone di accesso sud si conserva il biscione, araldica dei Visconti.