Skip to content Skip to main navigation Skip to footer

Rifugi antiaereo dei Giardini Estensi e di Biumo Inferiore

Nell’inverno 1944 furono costruiti a Varese sette rifugi antiaereo, per proteggere la cittadinanza dal pericolo bombardamenti che miravano alla distruzione della fabbrica di aerei da guerra “Aermacchi” a Masnago. Dei sette bunker solo due sono attualmente agibili e visitabili.

Sotto la collina dei Giardini Estensi passa il primo rifugio antiaereo, con accessi da Via Lonati e Via Copelli, che si chiudevano con pesanti porte in ferro e cemento. La galleria è lunga circa 140 metri, alta due e larga poco più di tre metri. È completamente in cemento armato e sulle pareti conserva le istruzioni sui comportamenti da applicare all’interno.

Al rifugio antiaereo di Biumo Inferiore si accede invece da Viale dei Mille. Il tunnel, lungo oltre 200 metri, è in mattoni a vista e pavimento in terra battuta.
Il Gruppo Speleologico Prealpino organizza visite guidate ai bunker.

©Riproduzione riservata