Skip to content Skip to main navigation Skip to footer

Titoli edilizi: profili applicativi | laboratorio – Emanuele Boscolo

Titoli edilizi: profili applicativi | laboratorio - Emanuele Boscolo

Questo webinar è terminato

Laboratorio a pagamento
Iscrizioni chiuse – posti esauriti
Per informazioni contattare la segreteria: tel. 0332 287064 – email formazione@upel.va.it

Docente

Boscolo Emanuele nuova

Emanuele Boscolo

  • Professore ordinario di diritto amministrativo Università degli Studi dell’Insubria – Dipartimento di Diritto, Economia e Culture
  • Presidente dell’Associazione Italiana di Diritto Urbanistico (AIDU)
  • Autore di monografie e di contributi scientifici in tema di governo del territorio, diritto amministrativo e dei servizi pubblici
  • Avvocato amministrativista e co-estensore di piani urbanistici e territoriali.

Presentazione

Il Laboratorio affronta, con metodo seminariale ‘a microfoni aperti’, le questioni di più recente emersione in tema di titoli edilizi.

Programma

  • La disciplina dei titoli
  • Lo struttura del TUEdilizia e la duplice scala graduata dei titoli edilizi e delle categorie di interventi
  • Rapporti tra piani urbanistici comunali e regolamento edilizio-tipo
  • Edilizia libera: CIL e CILA (presupposti e poteri del Comune)
  • Opere stagionali – Opere amovibili – murales – VePA – tombature – piscine – accessori – pergotende – dehor (postcovid prorogati…)
  • Fotovoltaico e opere di efficientamento energetico
  • Manutenzione: scissione-fusione, cambio di destinazione, aumenti di volume e superficie
  • Le ristrutturazioni (conservativa – sostitutiva – di ripristino)
  • Demolizione e ricostruzione di edifici: distanze, onerosità
  • SCIA (ordinaria e alternativa)
  • Permesso di costruire (ordinario, convenzionato, in deroga)
  • La rigenerazione urbana e la riqualificazione edilizia
  • Le distanze (da confine e da edifici): piano urbanistico – codice civile – d.m. 1444/1968
  • Stato legittimo degli immobili di risalente costruzione (onere della prova – collaborazione con il privato)
  • Legittimo affidamento derivante da comportamenti del comune (segni grafici su pratiche – interventi in variante non denunciati, etc.)
  • Onerosità degli interventi (dalla tassonomia dei titoli all’aumento del carico insediativo, incentivazionie3)
  • L’art. 10-bis della l. 241/1990: i motivi ostativi
  • Silenzio assenso (difetto dei presupposti, annullamento, certificazione di formazione)
  • Danno da ritardo
  • Autotutela e vigilanza
  • Destinazioni funzionali e carico urbanistico: commerciale (nozione di centro commerciale), agricolo – mutamento: standard e onerosità – logistica tra più destinazioni
  • Impianti di TLC e divieti localizzativi
  • I terzi nel procedimento e nel processo: vicinitas e prova del danno
  • SCIA e la SCIA per agibilità: poteri di intervento dell’amministrazione
  • Tolleranze costruttive (altezze – volumi – affetti sull’agibilità – parti comuni e singole unità immobiliari)
  • Abusivismo: accertamenti e qualificazioni tassonomiche degli abusi
  • Fiscalizzazione: procedura – presupposti – costi – superfici e volumi – effetti di mera tolleranza – calcolo della sanzione
  • Procedure repressive e sanzionatorie: 31 e segg. TUEdilizia
  • Conseguenze per il proprietario incolpevole
  • Sanatorie condizionate: inammissibilità
  • Obbligazioni infrastrutturative: scomputi – compensazioni
  • Rapporti con la disciplina del paesaggio

Confronto su casi pratici ed esperienze profilate dai partecipanti

Modalità di svolgimento

Il corso si svolgerà online mediante piattaforma GoTo Meeting. È necessario disporre di webcam e microfono.
Agli iscritti sarà inviato, il giorno prima del corso, il link per partecipare.

Attestato e documentazione

Accedendo all’area riservata dopo la conclusione del corso, i partecipanti potranno scaricare l’attestato di partecipazione e la relativa documentazione.

Quote

  • Enti associati: € 25,00 a persona* (esente IVA)
  • Enti non associati: € 60,00 a persona* (esente IVA)
  • Privati, aziende, studi professionali: € 73,20 a persona (€ 60,00 + IVA 22%)

per gli importi superiori a €. 75,00 verrà addebitata la marca da bollo di €. 2,00.
Si prega di comunicare i riferimenti della determina di impegno di spesa prima della data di inizio del corso a upel@upel.va.it

Modalità pagamento

  • Enti: a ricezione della fattura che verrà emessa al termine del corso
  • Privati, aziende, studi professionali: richiesto pagamento anticipato. In fase di iscrizione corso, allegare la ricevuta di pagamento.

Il versamento della quota potrà essere effettuato sul c/c bancario UPEL presso BPER BANCA – Via Vittorio Veneto 2 – Varese (CODICE IBAN: IT78G0538710804000042439240) oppure sul c/c postale n. 19166214 (CODICE IBAN: IT63 U076 0110 8000 0001 9166 214), entrambi intestati a Upel – Via Como n. 40 – 21100 Varese.

Vai alla pagina Durc e tracciabilità

Iscrizioni chiuse - posti esauriti

Per informazioni contattare la segreteria: tel. 0332 287064 - email formazione@upel.va.it

In caso di impossibilità a partecipare inviare disdetta entro 3 giorni dall’eventoformazione@upel.va.it
La mancata comunicazione comporterà l’addebito di una penale pari al 50% della quota dovuta.

Si precisa che la partecipazione di un dipendente di una stazione appaltante ad un seminario o ad un convegno non integra la fattispecie di appalto di servizi di formazione (paragrafo 3.9 Determinazione AVCP, ora ANAC, n. 4/2011). Non è quindi necessario richiedere il CIG.