Skip to content Skip to main navigation Skip to footer

Sportello Bandi e Finanziamenti

Questo webinar è terminato

In collaborazione con Gussoni Consulenze e Briane,
Vi presentiamo un nuovo servizio dedicato agli Associati:

SPORTELLO BANDI E FINANZIAMENTI
27 novembre 2020 dalle ore 9.30 alle ore 10.30

Durante l’incontro, gli esperti forniranno informazioni e supporto per la presentazione delle istruttorie.

Per prenotare un appuntamento gli enti dovranno inviare una e-mail a upel@upel.va.it
Con la conferma da parte della segreteria UPEL, si riceverà una e-mail che contiene il collegamento di partecipazione.

Lo Sportello è gratuito per gli Associati e si svolgerà in modalità telematica, utilizzando l’applicativo GoToMeeting.

BANDO INTERVENTI SICUREZZA STRADALE

BANDO PER L’ASSEGNAZIONE DI FINANZIAMENTI A FAVORE DEI COMUNI CON POPOLAZIONE FINO A 30.000 ABITANTI E DELLE UNIONI DI COMUNI PER LA REALIZZAZIONE DI INTERVENTI PER LA RIDUZIONE DELL’INCIDENTALITÀ STRADALE ATTRAVERSO IL MIGLIORAMENTO E LA RAZIONALIZZAZIONE DELLA SEGNALETICA STRADALE (D.G.R. N. 3699/2020)

Descrizione bando
Finanziamento a fondo perduto a favore dei Comuni fino a 30.000 abitanti per la realizzazione di interventi finalizzati alla riduzione dell’incidentalità stradale attraverso il miglioramento della segnaletica stradale.

Chi può accedere al contributo?
Comuni sotto i 30.000 abitanti e Unioni di Comuni.

Tipologia di interventi ammissibili
I progetti devono essere sviluppati ed attuati sul territorio comunale ed essere finalizzati alla riduzione del numero e gravità degli incidenti stradali e, conseguentemente, dei costi sociali da questi derivanti.

Sono oggetto di finanziamento le seguenti tipologie di interventi:

  • Interventi di miglioramento della sicurezza stradale nelle aree urbane (preferibilmente ad elevata incidentalità), attraverso misure di regolamentazione del traffico, di riqualificazione del sistema viario, di miglioramento e di razionalizzazione della segnaletica stradale;
  • Messa in sicurezza di punti, tratte critiche, itinerari della rete stradale attraverso progetti mirati di segnaletica orizzontale, verticale e luminosa ed opere complementari;
  • Messa in sicurezza di attraversamenti pedonali, ciclabili e ciclo-pedonali;
  • Messa in sicurezza di piste, percorsi ciclo pedonali, percorsi pedonali;
  • Installazione di nuovi impianti semaforici anche pedonali e ciclopedonali;
  • Lavori per sistemazione di pertinenze e di aree urbane, impianti e servizi per la messa in sicurezza della sede stradale, banchine di fermata per TPL, isole salvagente, arredo urbano specifico per interventi di “traffic calming”.
 Sono ammissibili al contributo le seguenti voci di costo:
  • Lavori e forniture per la realizzazione di opere pubbliche;
  • Spese tecniche per progettazione, direzione lavori, studi e rilievi, comprensive di IVA e contributi, nella misura massima del 10% dell’importo lavori (calcolato comprendendo l’IVA);
  • Analisi d’incidentalità e dei fattori di rischio in fase di progettazione, realizzazione ed esercizio, nella misura massima del 10% dell’importo lavori (calcolato comprendendo l’IVA);
  •  Espropri (max 5% dell’importo totale del progetto);
  • Incentivi per funzioni tecniche.
Entità e forma di agevolazione
L’agevolazione, nella forma del contributo a fondo perduto, è concessa nella misura massima del:
  • 90% del costo totale delle spese ammissibili (IVA ed altri oneri inclusi) per i Comuni con popolazione residente fino a 5.000 abitanti e per le Unioni di Comuni;
  • 80% del costo totale delle spese ammissibili (IVA ed altri oneri inclusi) per i Comuni con popolazione residente compresa tra 5.001 e 10.000 abitanti;
  • 70% del costo totale delle spese ammissibili (IVA ed altri oneri inclusi) per i Comuni con popolazione residente compresa tra 10.001 e 30.000 abitanti.
Come presentare la domanda e da quando presentarla
La domanda è da presentare in modalità telematica dalle ore 10.00 del 23 novembre 2020 alle ore 12.00 del 23 dicembre 2020.

BANDO IMPIANTI FOTOVOLTAICI E SISTEMI DI ACCUMULO PER ENTI LOCALI

Finalità
L’iniziativa intende finanziare l’utilizzo di sistemi di accumulo dell’energia elettrica prodotta da impianti fotovoltaici a servizio di utenze pubbliche al fine di un uso più efficiente delle fonti energetiche rinnovabili locali.

Chi può accedere al contributo?
Enti Locali lombardi con una premialità per i Comuni con popolazione inferiore ai 5.000 abitanti e le Comunità Montane.

Interventi ammissibili
Il massimale del contributo varia per le due tipologie di intervento ammesse:

  1. nuovo impianto fotovoltaico con sistema di accumulo: fino al 50% delle spese sostenute complessivamente per l’impianto fotovoltaico e il sistema di accumulo. La percentuale di contributo è aumentata al 90% per gli Enti Locali con popolazione residente fino a 5.000 abitanti e per le Comunità Montane;
  2. nuovo sistema di accumulo ad un impianto fotovoltaico esistente fino al 100% delle spese sostenute per il sistema di accumulo.
Spese ammissibili
Entro i limiti che saranno definiti dal bando saranno ammissibile le seguenti spese:

INTERVENTO DI TIPOLOGIA 1:
  • i costi di acquisto e di installazione dell’impianto fotovoltaico, del relativo sistema di accumulo e dei dispositivi necessari alla gestione e alla connessione con la rete di distribuzione;
  • gli oneri per la sicurezza;
  • le spese tecniche, fino ad un massimo del 10% dell’importo dei punti precedenti;
  • l’IVA ove non diversamente recuperabile.
INTERVENTO DI TIPOLOGIA 2:
  • il costo di acquisto e di installazione del sistema di accumulo e dei dispositivi necessari alla gestione e alla connessione con la rete di distribuzione;
  • gli oneri per la sicurezza;
  • le spese tecniche, fino ad un massimo del 10% dell’importo dei punti precedenti;
  • l’IVA ove non diversamente recuperabile.
Sono ammissibili le spese degli interventi eseguiti successivamente alla data di pubblicazione del bando. Non sono ammesse le seguenti spese:
  • le spese per gli interventi edilizi eventualmente necessari per l’installazione dell’impianto fotovoltaici e/o per l’allaccio del sistema di accumulo dell’impianto fotovoltaico;
  • le spese accessorie per gli adempimenti richiesti dal GSE e dal distributore di energia elettrica relative al sistema di accumulo.
Entità e forma di agevolazione
Contributo a fondo perduto fino al 100% delle spese di intervento, IVA compresa, fino ad un massimo di euro 200.000,00 per beneficiario ammesso. Il massimale del contributo varia per le due tipologie di intervento ammesse.
Come presentare la domanda e da quando presentarla
Bando in apertura.

BANDO POLIZIA LOCALE 2021

Descrizione bando
L’emergenza epidemiologica per Covid-19, con le note conseguenze a livello globale di carattere sanitario, economico e  sociale  ha  fatto  emergere,  nel  contesto  della  pubblica  Amministrazione, l’importante ruolo della polizia locale ed il forte impegno degli operatori, anche nel loro rapporto di prossimità  alla  cittadinanza.

Chi può accedere al contributo?
Comuni, Unioni di Comuni, Comunità Montane, Province e città Metropolitana di Milano.

  • Comuni singoli, dotati di un corpo o servizio di polizia locale, con personale dipendente in organico. Al momento della presentazione della domanda la dotazione minima richiesta è di n. 3 operatori a tempo indeterminato, pena esclusione dall’istruttoria.
  • Enti associati, Comunità Montane e Unioni di Comuni, associati per tutte le funzioni di polizia locale per un periodo di almeno 5 anni (artt. 8 e 13, L.R. 6/2015) e dotati di un corpo o servizio di polizia locale con operatori in organico con contratto a tempo indeterminato. Al momento della presentazione della domanda, la dotazione minima richiesta è di n. 3 operatori per le forme associative fino a 4 Comuni e di n. 5 operatori per le forme associative composte da 5 o più Comuni.
Tipologia di interventi ammissibili
Le voci di spesa ammissibili sono le seguenti:
  • Biciclette elettriche
  • Droni
  • Strutture fisse o mobili per ammodernamento e potenziamento della centrale radio
  • Radio portatili e veicolari
  • Impianto di allarme destinato al controllo della sede comando
  • Dash cam
  • Bodycam
  • Defibrillatore
  • Fototrappola
  • Strumentazione portatile per l’analisi di falsi documentali
  • Sniffer portatile e strumento per riconoscimento di droghe
  • Autovetture a basse emissioni inquinanti
  • Moto e scooter
  • Unità mobile attrezzata
  • Veicolo per unità cinofila di polizia locale
  • Gommone
Entità e forma di agevolazione
Sono riconosciute agli enti beneficiari le seguenti soglie massime di cofinanziamento:
Soggetto % contributo Contributo massimo
Nuove Unioni o nuove convenzioni di 2 Comuni e almeno 3 operatori: 95% € 50.000,00
Nuove Unioni o nuove convenzioni di 3 o 4 Comuni e almeno 3 operatori: 95% €65.000,00
Nuove Unioni o nuove convenzioni di almeno 5 Comuni con 3 o 4 operatori: 95% € 65.000,00
Nuove Unioni o nuove convenzioni di almeno 5 Comuni con almeno 5 operatori: 95% € 80.000,00
Ampliamento di Unioni o di convenzioni con integrazione di 1 o 2 nuovo/i Ente/i con almeno 3 operatori (anche se già presenti ante integrazione): 85% € 50.000,00
Ampliamento di Unioni o di convenzioni con integrazione di 3 o 4 nuovi Enti con almeno 3 operatori (anche se già presenti ante integrazione): 85% € 65.000,00
Ampliamento di Unioni o di convenzioni con integrazione di almeno 5 nuovi Enti con 3 o 4 operatori (anche se già presenti ante integrazione): 85% € 65.000,00
Ampliamento di Unioni o di convenzioni con integrazione di almeno 5 nuovi Enti e almeno 5 operatori (anche se già presenti ante integrazione): 85% € 80.000,00
Unioni di Comuni, Comunità Montane o convenzioni esistenti: 80% € 30.000,00
Province e città Metropolitana di Milano in forma singola: 80% € 30.000,00
Comuni in forma singola: 70% € 20.000,00

Come presentare la domanda e da quando presentarla
La domanda è da presentare in modalità telematica dalle ore 10.00 del 15 febbraio 2021 alle ore 14.00 del 15 marzo 2021.

REQUISITI TECNICI PER SPORTELLO TELEMATICO
Requisiti minimi per partecipare con un PC:
– Internet Explorer 9, Mozilla Firefox 34, Google Chrome 39 (con JavaScript abilitato) o le ultime versioni di ciascun browser
– Windows XP, Windows 2008 Server o versioni successive
– Connessione Internet con modem via cavo, DSL o tecnologia superiore
– CPU dual core da 2,4 GHz o superiore con 2 GB di RAM (consigliato)
– Webcam e microfono.

E’ possibile partecipare anche tramite smartphone,
scaricando l’app GoToMeeting disponibile per dispositivi Android e iOS