Skip to content Skip to main navigation Skip to footer

L’Assegno Unico e Universale: alcune prime indicazioni e stime dalla L. 46/2021 e il ruolo degli enti locali – Nicoletta Baracchini, Emilio Gregori

CREDITI FORMATIVI
Sono stati richiesti i Crediti Formativi Professionali al CNOAS – Consiglio Nazionale Ordine Assistenti Sociali, per la partecipazione all’intero evento – in istruttoria.

DOCENTI
Nicoletta Baracchini
Coordinatore Scientifico di UPEL Welfare, Giurista, Esperta di legislazione sociale e sanitaria, consulente ANCI in materia di ISEE e ReI, componente del gruppo ministeriale sull’attuazione dell’ISEE; collabora con Regioni ed Enti locali per le normative in materia di organizzazione, regolamentazione e valutazione di servizi pubblici.

Emilio Gregori
Partner di Synergia e docente di Statistica presso l’Università L. Bocconi di Milano, è esperto di valutazione multidimensionale, sistemi informativi sui servizi sociali e conduzione di gruppi di lavoro complessi multidisciplinari, collabora con vari enti locali per gli aspetti organizzativi e operativi legati alla gestione dei servizi sociali e alla pianificazione di zona, al RdC e al SIUSS.

DESCRIZIONE
L’introduzione dell’Assegno Unico Universale rappresenta un importante tentativo di riforma nel sistema di welfare italiano e un nuovo tentativo, dopo quello fallito dalla Legge Delega 33/2017, di ricomposizione delle misure economiche, seppur limitatamente ai contributi per il sostegno alla natalità e alla genitorialità.
L’approvazione della recente Legge Delega n. 46 rappresenta il raggiungimento di un traguardo molto atteso dalle associazioni attive sui temi della famiglia, avvenuto a seguito di un iter parlamentare particolarmente lungo e approfondito che ha finito con generare paradossalmente nuove e maggiori aspettative, su cui si sono riversati cospicui flussi di informazioni contradditorie (e rilevatesi poi spesso errate) sui media e sul web, con conseguente maggiore confusione per i potenziali beneficiari e gli addetti ai lavori.
Il corso intende fare chiarezza sullo stato effettivo di attuazione della misura e sulle reali indicazioni normative attualmente disponibili, con un focus sul ruolo dei diversi operatori coinvolti.

OBIETTIVI DEL CORSO
– Fornire conoscenze essenziali sulla normativa attuale dell’Assegno Unico Universale
– Illustrare il ruolo degli Enti Locali nell’attuazione della misura
– Presentare stime e ipotesi di scenario di sviluppo delle norme attuative

DESTINATARI
Ufficiali di Stato Civile e personale dei servizi sociali e sanitari territoriali deputati alla tutela della natalità, della maternità, dell’infanzia e dell’adolescenza.

PROGRAMMA
Il punto della situazione: cosa c’è di certo oggi
La legge delega
Il disegno della riforma tra universalismo selettivo e ricomposizione delle misure
– Le misure abolite e ricomposte
La tempistica dei provvedimenti attuativi
La dotazione finanziaria

La normativa ufficiale: gli altri aspetti delineati della riforma
Requisiti, decorrenza e modalità di calcolo
– Requisiti di composizione del nucleo
– Requisiti di accesso, cittadinanza, residenza e soggiorno
Criteri di commisurazione degli importi
– Commisurazione al numero di figli
– Commisurazione alle condizioni economiche
Casi particolari
– Figli disabili
– Madri giovani
– Figli maggiorenni
Il rapporto con le altre prestazioni sociali agevolate tra compatibilità e rilevanza
Modalità di fruizione
Il ruolo, estremamente marginale, degli Enti Locali
– L’informazione alla nascita da parte dell’ufficiale di stato civile
– Le richieste di deroga a disposizione dei servizi sociali sui requisiti di accesso
Organismi previsti
– La rappresentanza degli stakeholder
– La commissione nazionale

Le anticipazioni di corridoio e le stime: cosa non si sa ancora e cosa si prevede
Come si accede alla misura
L’avvio della misura
Gli importi
Chi ci guadagnerà
Chi ci perderà

ISCRIZIONI
Accedi / registrati all’Area Riservata e iscriviti al webinar dalla voce di menu Iscrizione Corsi

QUOTE D’ISCRIZIONE
Enti Associati: la partecipazione è GRATUITA
Enti non Associati: la quota di partecipazione è di € 25,00.
In fase di iscrizione corso, è richiesto di inserire il Codice del pacchetto corsi. Contattare la segreteria UPEL per averlo.
Privati/Aziende/Studi professionali: la quota di partecipazione è di € 30,50 – obbligo di pagamento anticipato.
In fase di iscrizione corso, allegare la ricevuta di pagamento.

Per gli importi delle quote di iscrizione superiori €. 75,00 verrà addebitata la marca da bollo dell’importo di €. 2,00. Il codice CIG, se previsto, dovrà essere comunicato alla segreteria Upel all’indirizzo mail: upel@upel.va.it

Il versamento della quota potrà essere effettuato sul c/c bancario UPEL presso BPER BANCA – Via Vittorio Veneto 2 – Varese (CODICE IBAN: IT78G0538710804000042439240) oppure sul c/c postale n. 19166214 (CODICE IBAN: IT63 U076 0110 8000 0001 9166 214), entrambi intestati a Upel – Via Como n. 40 – 21100 Varese.

DISDETTA
In caso di impossibilità a partecipare, si prega di inviare disdetta entro 3 giorni dall’evento all’indirizzo e-mail formazione@upel.va.it

Per uno svolgimento più efficace dell’iniziativa è possibile anticipare le domande, scrivendo, entro il giorno precedente il webinar, a: webinar1@upel.va.it
Durante il webinar, l’interazione sarà consentita tramite chat, dove poter porre domande alle quali i docenti risponderanno durante lo spazio dedicato.

Attestato di frequenza, documentazione e registrazione della lezione (ove consentito) saranno disponibili, successivamente al webinar, nell’area riservata del portale https://servizi.upel.va.it/ alla voce Corsi Personali.

Nicoletta Baracchini

Emilio Gregori

COME PARTECIPARE
Per partecipare è necessaria la registrazione al portale e l’iscrizione al webinar, nelle modalità sopra indicate.
Effettuata l’iscrizione al webinar, potrete collegarvi all’evento formativo direttamente dal vostro profilo, accedendo a Corsi Personali. Lì troverete i webinar ai quali siete iscritti: cliccate, il giorno e all’ora precisati, sul pulsante Collegati al webinar.
In alternativa, potrete partecipare al webinar cliccando sul collegamento contenuto all’interno della e-mail che riceverete dopo l’iscrizione al webinar, e che riporta ulteriori utili informazioni di accessibilità all’evento online.
Nota: il collegamento al webinar è unico, ad uso esclusivo e personale; non va condiviso con altri utenti.

Requisiti minimi per partecipare con un PC:
– connessione internet stabile
– casse o cuffiette collegate al PC per l’ascolto

Se si utilizza un sistema operativo per Macintosh, può rendersi necessario il download dell’app GoToWebinar dal Mac App Store.
E’ possibile partecipare anche con smartphone/tablet scaricando l’app GoToWebinar disponibile per dispositivi Android e iOS.

La segreteria UPEL è a disposizione per ulteriori informazioni e supporto al n. 0332 287064 – email upel@upel.va.it e formazione@upel.va.it