Skip to content Skip to main navigation Skip to footer

Il procedimento amministrativo nei Servizi Demografici – Alice Spanò

Questo webinar è terminato

Posti esauriti - Corso completo

Per ulteriori informazioni contattare la segreteria all’indirizzo email formazione@upel.va.it

DOCENTE
Dott.ssa Alice Spanò
Laureata con lode in Giurisprudenza all’Università La Sapienza di Roma, ha svolto il tirocinio ex art. 73 d.l. 69/13 presso la Procura della Repubblica di Busto Arsizio.
É attualmente Istruttore Direttivo presso i Servizi Demografici del Comune di Lainate, dove opera con delega di Ufficiale di Anagrafe e di Stato Civile.

STRUTTURA
3-13-17 maggio 2022 – dalle ore 9.30 alle ore 12.30

OBIETTIVI
Il corso si propone di fornire agli addetti dei Servizi Demografici una guida teorica per la corretta gestione del procedimento amministrativo, con particolare focus su pratiche di residenza e cancellazioni per irreperibilità. Si affiancherà a ciascuna trattazione teorica il relativo risvolto pratico.

PROGRAMMA
1) L’istruttoria amministrativa
▪ Attività amministrativa e finalità della legge n. 241/1990
▪ Fase dell’iniziativa
– La ricevibilità della richiesta di residenza: documentazione obbligatoria e adempimenti meramente strumentali ad una corretta registrazione anagrafica.
▪ La comunicazione di avvio del procedimento e le garanzie partecipative
– Contenuto e destinatari della comunicazione di avvio del procedimento in caso di mutazione anagrafica o verifica della dimora abituale.
▪ Fase istruttoria: accertamento dei fatti e ponderazione degli interessi
– Richieste d’integrazione documentale e divieto di aggravio nelle pratiche di residenza; gli accertamenti anagrafici; acquisizioni d’ufficio nei procedimenti di stato civile.
▪ Il preavviso di rigetto: instaurazione del contraddittorio e onere di integrale motivazione
– Il preavviso di annullamento dell’iscrizione anagrafica, effetto sospensivo e controdeduzioni dell’interessato.

2) Il provvedimento amministrativo
▪ Il responsabile del procedimento: unità organizzativa, dirigente e dipendente incaricato
– La delega di ufficiale di anagrafe e di stato civile: potere di firma e relative responsabilità; le peculiarità dell’autorizzazione al trasporto salma.
▪ Fase decisoria: termine per la conclusione del procedimento e obbligo di adozione di un provvedimento espresso
▪ L’obbligo di motivazione del provvedimento
– Presupposti di fatto e di diritto nel provvedimento di cancellazione anagrafica per irreperibilità e per mancato rinnovo della dimora abituale.
▪ Provvedimenti espressi e semplificazione amministrativa: le tipologie di silenzio
– Ipotesi di silenzio significativo nei Servizi Demografici (residenza e accesso agli atti).
▪ Inosservanza del termine di conclusione del procedimento: silenzio inadempimento e danno da ritardo
– Ipotesi di silenzio inadempimento nei Servizi Demografici (certificati e giuramento di cittadinanza).

3) Accesso agli atti e invalidità del provvedimento
▪ Tipologie di accesso: endoprocedimentale, civico e universale
▪ Accesso agli atti procedimentale: requisiti e modalità di esercizio
– Subprocedimento di accesso agli atti nelle pratiche anagrafiche: istanza, valutazione dell’interesse, avviso ai controinteressati e ostensione dei documenti.
▪ Efficacia e validità del provvedimento
▪ Tipologie d’invalidità: nullità, annullabilità e vizi non invalidanti
▪ Il potere di autotutela decisoria: annullamento d’ufficio e revoca
– L’annullamento in autotutela dei provvedimenti di cancellazione anagrafica.

Come partecipare - Info utili

Per partecipare, è necessaria la registrazione al portale e l’iscrizione al laboratorio online.
Prima del laboratorio, si riceverà via email il collegamento per partecipare.
Il laboratorio si svolgerà utilizzando l’applicativo GoToMeeting, che consente interazione tra docente e partecipanti. Pertanto, si richiede il possesso di webcam e microfono.

QUOTE D’ISCRIZIONE
• Enti Associati: la partecipazione è GRATUITA.
• Enti non Associati: la quota di partecipazione è di € 60,00 a persona (per gli importi superiori a €. 75,00 verrà addebitata la marca da bollo di €. 2,00).
• Privati/Aziende/Studi professionali: la quota di partecipazione è di € 73,20 a persona (€ 60,00 + IVA 22%) – obbligo di pagamento anticipato. In fase di iscrizione corso, allegare la ricevuta di pagamento.

Il versamento della quota potrà essere effettuato sul c/c bancario UPEL presso BPER BANCA – Via Vittorio Veneto 2 – Varese (CODICE IBAN: IT78G0538710804000042439240) oppure sul c/c postale n. 19166214 (CODICE IBAN: IT63 U076 0110 8000 0001 9166 214), entrambi intestati a Upel – Via Como n. 40 – 21100 Varese.

Si prega di trasmettere la determinazione di assunzione di impegno di spesa, se prevista, prima della data di inizio del corso.
In caso di impossibilità a partecipare, inviare disdetta entro 3 giorni dall’evento a formazione@upel.va.it
Si avvisa che la mancata comunicazione, entro il predetto termine, comporterà l’addebito di una penale pari al 50% della quota dovuta.

Si precisa che la partecipazione di un dipendente di una stazione appaltante ad un seminario o ad un convegno non integra la fattispecie di appalto di servizi di formazione (paragrafo 3.9 Determinazione AVCP, ora ANAC, n. 4/2011). Non è quindi necessario richiedere il CIG.

La segreteria UPEL è a disposizione per ulteriori informazioni e supporto al n. 0332 287064 – email upel@upel.va.it e formazione@upel.va.it