Skip to content Skip to main navigation Skip to footer

Guanzate è un comune italiano di 5 779 abitanti della provincia di Como in Lombardia.

Sito web istituzionale: Comune di Guanzate

Cenni storici

Negli anni Sessanta ci furono diversi ritrovamenti archeologici presso il Santuario e in località Cinq Fo: materiale funerario, una macina, un embrice e frammenti di vasellame che documentano l’antichità del sito.

Non si hanno notizie certe sull’etimologia del toponimo: si suppone che derivi dal nome di una famiglia di epoca romana, Vocontius, con l’aggiunta del suffisso -ate che indica l’appartenenza del territorio alla famiglia. Nel Medioevo il nome del paese è attestato nella forma Vogenzate, poi fino al Cinquecento si chiamò Vogonzate e, fino al Seicento, Guenzate.

Il primo documento che la menziona è del 1125 e si deve ad un anonimo poeta comasco che narrò in esametri latini la guerra decennale tra Milano e Como (1118-1127). Schieratasi con i Milanesi, Guanzate causò la distruzione del paese di Cirimido da parte dell’esercito di Como: a Cirimido s’era infatti rifugiato il  Guanzatese Manfredo, che aveva assassinato nel proprio territorio un nobile comasco. Nello stesso periodo, Guanzate era uno dei nove villaggi che costituivano la pieve di Appiano. Nel 1412 un gruppo di nobili milanesi si ribellò al crudele duca Giovanni Maria Visconti. Il borgo passò un periodo di tensione temendo una rappresaglia milanese, poiché tra i congiurati v’era anche Luchino di Vogenzate (Guanzate). In epoche posteriori, Guanzate fu inserita nel feudo di Lomazzo, appartenne ai Carcano e successivamente agli Arconati Visconti.

Con Maria Teresa d’Austria e Giuseppe II la giurisdizione delle pievi fu sostituita da quella dei distretti. Dopo l’annessione della Lombardia al Regno dei Savoia nel 1860 e la divisione della provincia di Como nei tre circondari di Como, Varese e Lecco, entrò a far parte del mandamento comasco di Appiano.