FAD SINCRONA (IN DIRETTA)

Fatturazione elettronica attiva e passiva negli Enti Pubblici: normativa e aspetti pratici

con: LOREDANA PETRUCCI
gratuito per enti associati

STRUTTURA CORSO

2 lezioni per un totale di 5 ore
30 Novembre 1999 - dalle ore 00:00 alle 00:00
30 Novembre 1999 - dalle ore 00:00 alle 00:00

Modalità di svolgimento

Webinar.

Obiettivi

Il corso l’obiettivo di fornire gli strumenti utili per la corretta gestione della fatturazione elettronica attiva e passiva B2B, B2C e B2G. Si partirà dall’analisi dei principi fondamentali dell’IVA contenuti nel DPR 633/72, nonché della normativa in materia di IVA intracomunitaria ed extraue. Saranno inoltre esaminati i principali documenti di prassi emessi dall’Agenzia delle Entrate.

Saranno esaminati il Decreto 132/2020 che ha disciplinato le ipotesi del rifiuto delle fatture nonché il provvedimento 99922/2020 del Direttore Agenzia Entrate, riguardante le varie tipologie di fatture elettroniche nonché i codici operazioni. Saranno esaminate le modalità di versamento dell’imposta di bollo relativa alle fatture, e le autofatture elettroniche da inviare a SDI in relazione agli acquisti da soggetti non residenti.

Programma

  • L’ente pubblico quale soggetto passivo IVA
  • Distinzione delle operazioni imponibili, non imponibili ed esenti e risvolti di tale distinzione
  • Attività commerciale, istituzionale e promiscua: risvolti pratici e casi concreti
  • Fatturazione elettronica: elementi obbligatori ai sensi dell’art. 21 DPR 633/72 compilazione del campo “data di effettuazione dell’operazione”
  • Conseguenza per la tardiva emissione di fatture attive
  • Fattura elettronica verso Pubblica amministrazione (B2G) e verso privati (B2B e B2C) e distinzione
  • Gestione dello split payment sulle fatture attive e passive
  • Conservazione delle fatture, possibilità di adesione al servizio dell’Agenzia delle Entrate
  • Analisi delle ipotesi di scarto delle fatture da parte di SDI e/o delle fatture emesse nei confronti della PA e rifiutate
  • Emissione di note di credito su fatture attive (art. 26 DPR 633/72
  • Emissione di note di credito ad “uso interno” fattispecie di applicabilità
  • Fatturazione elettronica ed imposta di bollo
  • Modalità di pagamento dell’imposta di bollo sulle fatture elettroniche attive
  • Fatturazione nei confronti di esportatori abituali
  • Acquisti da soggetti non residenti servizi in attività commerciale e istituzionale: autofatture elettroniche obbligatorie dal 1/7/2022, tipologia documento TD17, TD18, TD19 e TD28 e trasmissione all’ Agenzia delle Entrate
  • Fatturazione elettronica passiva: tempistica di accettazione e rifiuto: Decreto 132/2020, che codifica le ipotesi di rifiuto
  • Tempistica e regole di registrazione delle fatture ricevute
  • Campi CIG e CUP

Attestato e documentazione

Accedendo all’area riservata dopo la conclusione del corso, i partecipanti potranno scaricare l’attestato di partecipazione e la documentazione.

Quote

  • Enti associati: Gratuito
  • Enti non associati: € 50,00 a persona* (esente IVA)
  • Privati, aziende, studi professionali: € 61,00 a persona (€ 50,00 + IVA 22%)

* per gli importi superiori a €. 75,00 verrà addebitata la marca da bollo di €. 2,00. Si prega di comunicare i riferimenti della determina di impegno di spesa prima della data di inizio del corso a upel@upel.va.it

Modalità pagamento

  • Enti: a ricezione della fattura che verrà emessa al termine del corso
  • Privati, aziende, studi professionali: richiesto pagamento anticipato. In fase di iscrizione corso, allegare la ricevuta di pagamento

Il versamento della quota potrà essere effettuato sul c/c bancario UPEL presso BPER BANCA – Via Vittorio Veneto 2 – Varese (CODICE IBAN: IT78G0538710804000042439240) oppure sul c/c postale n. 19166214 (CODICE IBAN: IT63 U076 0110 8000 0001 9166 214), entrambi intestati a Upel – Via Como n. 40 – 21100 Varese.

Vai alla pagina Durc e tracciabilità


Docente: LOREDANA PETRUCCI

Responsabile del settore adempimenti tributari e fiscali dell'Università di Roma La Sapienza.

ISCRIZIONI

In caso di impossibilità a partecipare inviare disdetta entro 3 giorni dall’evento a formazione@upel.va.it.
La mancata comunicazione comporterà l’addebito di una penale pari al 50% della quota di partecipazione, se dovuta.