Skip to content Skip to main navigation Skip to footer

Casa Militare Umberto I°

L’ex Villa Ala Pozzoni Zerbi, oggi Casa Militare Umberto I°, fu eretta sul finire del Settecento dall’omonima famiglia. Nel 1897 la dimora passò, per acquisizione, a tre illustri turatesi, che la adibirono a casa di riposo per reduci di tutte le guerre. Grazie ai tre fondatori, Amato Amati, Giacinto Bruzzesi e Giuseppe Candiani, la struttura ha ospitato oltre tremila veterani.
Terminata la sua attività di accoglienza nel 2004, oggi la Casa Militare è una Fondazione e museo.

L’edificio si sviluppa in forme neoclassiche ed è il risultato dell’unione di più corpi di fabbrica. L’elegante facciata principale presenta un ampio ingresso ad arco e l’intitolazione lungo la superficie. Il prospetto posteriore, con un porticato chiuso nel primo livello, affaccia invece sul vasto Parco dei Veterani.
Nel cortile della Casa Militare si trova anche la chiesa della Madonna della Medaglia Miracolosa.

    Il Museo Storico della Casa Militare Umberto I°

Fin dai primi anni di attività come casa di riposo, nel complesso nacque un museo per raccogliere i cimeli e i ricordi degli ospiti. Gli oggetti esposti comprendono sia le memorie dei veterani ospitati sia cimeli di personaggi storici, quali re Umberto I. L’esposizione copre un secolo di storia, con ricordi delle guerre risorgimentali e mondiali.

Il museo accoglie armi bianche, fucili, documenti, cimeli abissini, elmetti, divise, tamburi, trombe, mortai, mostrine, biciclette in dotazione ai Bersaglieri e reliquie garibaldine. Da citare, in particolare, è un lampadario, realizzato con sciabole, baionette, pistole a tamburo, fuciletti ad avancarica, speroni e salva punte delle lance.

Originariamente affidato agli ospiti della casa, oggi il museo è visitabile su appuntamento.

© Foto: Casa Militare Umberto I
©Riproduzione riservata