Skip to content Skip to main navigation Skip to footer

Santuario della Madonna dell’albero o Chiesa della Beata Vergine Maria

La chiesetta della Beata Vergine Maria è stata costruita tra le fine del Quattrocento e l’inizio del Cinquecento. È anche nota come Santuario della Madonna dell’albero, per via di un aneddoto legato alla visita pastorale di Carlo Borromeo. Secondo la leggenda al Cardinale sarebbe apparsa la Madonna Incoronata su un albero tra i Santi Nazaro e Celso.

L’aspetto attuale della chiesa è però di stampo seicentesco, quando l’edificio viene ampliato creando un’aula unica rettangolare con presbiterio rettilineo. Graziosa e semplice la facciata a capanna, alle cui spalle emerge il campanile, con cuspide conica in muratura. Il portale ribassato è circondato da vetrate inferiate artistiche e da una piccola nicchia con il bassorilievo di un albero. La chiesa conserva uno stacco d’affresco cinquecentesco con una Madonna dell’albero – attribuita al Lampugnano, e la rappresentazione di Dio Padre, posta al centro della volta ad ombrello del presbiterio.