Skip to content Skip to main navigation Skip to footer

Badia di San Gemolo a Ganna

Al limitare con l’abitato di Ganna si trova la Badia di San Gemolo, eretta nel XI secolo in memoria del martire San Gemolo che, con sant’Imerio, perse la vita nelle vicinanze.
Il complesso monastico è stato costruito su una preesistente chiesa romanica. Estinto nel 1556, ha costituito per secoli il principale centro religioso della Valganna. Dell’antica badia conservano l’aspetto originale solo la basilica e il chiostro. La foresteria, il refettorio, lo scriptorium e le abitazioni dei monaci sono invece stati trasformati in edifici per uso agricolo.

La chiesa, fondata all’inizio del XII secolo, è stata ampliata verso la fine del Quattrocento. Si compone di una pianta rettangolare a tre navate con abside quadrata. Accanto all’accesso alla basilica, dal cortile settentrionale, si innalza il campanile romanico, con muratura a vista e copertura a quattro falde. All’interno si conservano i resti di San Gemolo nell’altare maggiore ed affreschi del XV- XVI secolo, tra i quali ricordiamo una Madonna della Misericordia e un Cristo Re.
Bello anche il chiostro, con un’insolita forma pentagonale. Il porticato è stato eretto di due epoche: i tre lati con archi a sesto acuto sono datati al 1325 -1350, mentre i due lati con archi a sesto pieno sono seicenteschi.