Skip to content Skip to main navigation Skip to footer

Lago di Biandronno

Il lago di Biandronno è ciò che resta di un lago glaciale, che includeva un tempo il lago di Varese e il lago di Comabbio. In seguito all’erosione del fiume Bardello, tutto il complesso si è abbassato di 20 metri, separando i vari laghi. Il lago di Biandronno è quindi un esempio di bacino lacustre in via di prosciugamento, perché alimentato solo dalle precipitazioni atmosferiche. Ha un emissario, la Roggia Gatto, un canale artificiale che sfocia nel lago di Varese.

Nel XIX secolo si tentò di prosciugarlo ma, per complicanze tecniche, la bonifica non fu ultimata.
Oggi del lago restano 130 ettari di palude, che dal 1984 sono Riserva Naturale Orientata. L’oasi è composta da canneti, ninfee, esemplari di orchidea incornata e di trifoglio d’acqua e accoglie rapaci comuni, il falco di palude, varie specie di anatidi, esemplari di topolino delle risaie e di puzzola europea.