Skip to content Skip to main navigation Skip to footer

Chiesa dei Santi Quirico e Giulitta

La chiesa dei Santi Quirico e Giulitta è stata costruita all’inizio dell’Ottocento. Sostituì un precedente luogo di culto, sempre dedicato ai santi patroni e appartenente all’antico monastero, soppresso nel XVI secolo da San Carlo Borromeo.

L’edificio si compone di una pianta a croce latina con aula unica, abside semicircolare e due locali laterali che ai aprono tra il presbiterio e i bracci del transetto. Rigorosa la facciata a capanna, con la sezione inferiore interamente occupata da un pronao su pilastri. La superficie superiore, al cui centro è collocata una vetrata artistica, è scandita da due coppie di lesene con capitelli ionici e dal timpano sommitale. Imponente il campanile, che si innalza da un fianco della facciata e termina con un’elaborata guglia goticheggiante.
Ricchi gli interni, con paraste in marmorino, capitelli corinzi e bei affreschi parietali. La decorazione è avvenuta in due fasi, tra la fine dell’Ottocento e gli anni Trenta del Novecento.