Skip to content Skip to main navigation Skip to footer

Fondo art. 106 DL 34/2020: quote spettanti a comuni, province, città metropolitane – di Marco Castellani

di Marco CASTELLANI – esperto UPEL
Dottore Commercialista, Revisore Contabile, Presidente Ancrel (Associazione Nazionale Certificatori e Revisori Enti Locali).
06/08/2020

Con Decreto del Ministero dell’Interno del 24 luglio 2020 (https://dait.interno.gov.it/finanza-locale/documentazione/decreto-del-24-luglio-2020) sono state rese note le restanti quote del Fondo art. 106 del DL 34/2020 (convertito con la Legge n. 77/2020), spettanti agli enti di cui al comparto comuni pari a 3 miliardi di euro (tabella A) e quelle  spettanti agli enti di cui al comparto province e città metropolitane pari a 0,5 miliardi (tabella B).

Al riguardo si ricorda che la norma prevede che a seguito della verifica a consuntivo della perdita di gettito e dell’andamento delle spese da effettuare, entro il 30 giugno 2021, si provvederà all’eventuale regolazione dei rapporti finanziari tra Comuni e tra Province e Città metropolitane, ovvero tra i due predetti comparti mediante apposita rimodulazione dell’importo ricevuto.

Dai primi dati sembra che in alcuni casi le risorse ad oggi erogate siano superiori all’effettivo calo delle entrate al netto delle minori spese. In tali circostanze si invita gli enti alla massima prudenza nell’utilizzo di tali risorse e si consiglia l’accantonamento del surplus in un apposito Fondo (Missione 20, programma 3 del Bilancio) da utilizzare solamente in base al costante monitoraggio dell’andamento delle entrate. Tale Fondo, in caso di eccedenza, confluirà nel risultato di amministrazione 2020 e sarà finalizzato a finanziare l’eventuale conguaglio a favore degli enti che, al contrario, avranno ricevuto una somma inferiore rispetto all’effettivo andamento delle entrate.