Skip to content Skip to main navigation Skip to footer

Giornate Europee del Patrimonio 2021

© Foto Ministero della Cultura

Il prossimo fine settimana avranno luogo le GEP – Giornate Europee del Patrimonio 2021. Moltissime le iniziative che si terranno sabato 25 e domenica 26 settembre, quali visite guidate e attività culturali.
Nella serata di sabato, inoltre, sono previste le aperture straordinarie, con ingresso simbolico ad 1 euro.
Grazie al tema di quest’anno, Patrimonio culturale: TUTTI inclusi!, grande sarà il focus sulle disabilità. Citiamo qui solo alcuni eventi, ma sul sito del MIC sono disponibili tutte le iniziative.

VARESE

Il Castello Visconti di San Vito a Somma Lombardo propone visite esperienziali dedicate a persone con disabilità visiva e auditiva. La Casa Museo Pogliaghi e il Museo Baroffio di Varese offrono invece diverse interessanti attività dedicate alla LIS. Durante le due giornate, rispettivamente sabato e domenica, i partecipanti si metteranno alla prova, interagendo fra loro usando la lingua dei segni italiana.
Saranno inoltre disponibili visite guidate in LIS per le persone con disabilità uditive.

BERGAMO e BRESCIA

Il Museo di Santa Giulia a Brescia mette a disposizione dei visitatori un percorso tattile con copie delle opere più significative e video immersivi a 360 gradi dell’Aula Inferiore di Santa Maria in Solario e della cripta della Basilica di San Salvatore.
Il Parco Paleontologico di Cene organizza un incontro per permettere alle persone con disabilità di avvicinarsi alla pratica sportiva e all’attività fisica all’aperto. Sarà a disposizione una particolare carrozzina per l’accesso delle persone con disabilità motoria al sentiero naturalistico.

TORINO, VENEZIA  e LA SPEZIA

A Torino segnaliamo le iniziative del Museo della Sindone e di Palazzo Madama. Durante il fine settimana saranno organizzate visite tattili e con traduzione in LIS. Le attività sono dedicate a persone con disabilità ma possono partecipare tutti coloro che sono interessati ai temi dell’accessibilità e dell’inclusione.
A La Spezia, il Museo Civico Amedeo Lia propone un percorso di inclusione per persone con disturbi dello spettro autistico. Durante la visita vi sarà l’ausilio di strumenti sensoriali tattili e visivi.
Infine, il Museo del manicomio di San Servolo a Venezia propone un percorso storico sull’ospedale psichiatrico, approfondendo le passate pratiche cliniche. Sarà inoltre possibile visitare l’antica farmacia settecentesca, la sala autoptica con la collezione di cervelli e crani, l’ottocentesca biblioteca della Direzione medica e la chiesa settecentesca dedicata a San Servolo.

MELFI  e ROMA

Il Museo Archeologico Nazionale di Melfi organizza per le due giornate visite speciali, con percorsi dedicati a persone con disabilità visive. L’accoglienza alla mostra “Capolavori in rilievo. I sarcofagi di Atella e Rapolla” sarà curata dai ragazzi dell’Associazione Italiana Persone Down Sezione del Vulture.
Concludiamo con le attività del Museo Nazionale Romano. Le sedi di Palazzo Massimo e delle Terme di Diocleziano organizzano visite tattili e accessibili per persone con disabilità intellettiva.

Ricordiamo che tutte le iniziative si terranno nel rispetto delle disposizioni sanitarie vigenti.
Consultare i singoli eventi per le modalità di fruizione e prenotazione.