Skip to content Skip to main navigation Skip to footer

Invio telematico delibere, il MEF emana il decreto con specifiche tecniche

È stato emanato, in attesa di pubblicazione nella Gazzetta Ufficiale, il Decreto 20 luglio 2021 del Ministro dell’economia e delle finanze di concerto con il Ministro dell’interno per l’approvazione delle specifiche tecniche del formato elettronico per l’invio telematico delle delibere regolamentari e tariffarie relative alle entrate dei comuni, delle province e delle città metropolitane, ai sensi del comma 15 dell’art. 13 del D.L. 6 dicembre 2011, n. 201, convertito, con modificazioni, dalla legge 22 dicembre 2011, n. 214.
Il decreto prevede che l’invio telematico tramite il Portale del federalismo fiscale delle delibere regolamentari e tariffarie deve avvenire utilizzando il formato elettronico che rispetta le specifiche tecniche di cui all’Allegato A, che fa parte integrante del presente decreto, ad eccezione delle delibere relative all’addizionale comunale all’IRPEF, per le quali, fermo restando l’obbligo di trasmissione del testo delle medesime, la pubblicazione sul sito internet continua ad avere ad oggetto i soli dati rilevanti ai fini dell’applicazione dell’imposta.
Gli eventuali aggiornamenti delle specifiche tecniche di cui all’Allegato A saranno pubblicati sul sito internet del Dipartimento delle finanze del Ministero dell’economia e delle finanze. Con le medesime modalità sarà pubblicato, all’esito dell’attività di affiancamento agli enti locali effettuata con la collaborazione dell’Associazione Nazionale Comuni Italiani (ANCI) e dell’Unione delle Province d’Italia (UPI), il modello del documento che potrà essere trasmesso in alternativa alla delibera.
Il controllo circa il rispetto delle specifiche tecniche viene eseguito dal sistema informatico, con modalità asincrona, in seguito all’inserimento da parte dei comuni, delle province e delle città metropolitane nel Portale dei propri atti deliberativi. La notifica dell’avvenuto inserimento della delibera o del suo testo e della relativa presa in carico ai fini della pubblicazione sul sito internet è inviata all’ente locale a mezzo PEC utilizzando gli indirizzi di cui all’Indice dei domicili digitali delle Pubbliche Amministrazioni e dei gestori di pubblici servizi (IPA), gestito dall’Agenzia per l’Italia Digitale. Inoltre, una ricevuta di presa in carico riepilogativa dei dati caricati viene resa disponibile all’ente locale nel Portale. 3. Il controllo viene completato, tenuto conto del livello dei servizi, entro le 48 ore successive alla data dell’inserimento della delibera o del suo testo e l’esito dello stesso viene comunicato all’ente locale a mezzo PEC.

 

News autorizzata da Perksolution