Skip to content Skip to main navigation Skip to footer

Parco Naturale Lombardo della Valle del Ticino

Tutto il comune di Somma Lombardo è parte dell’area naturale della Valle del Ticino, istituita nel gennaio 1974. È stato il primo parco regionale italiano e il primo parco fluviale italiano. Comprende le provincie di Milano, Pavia e Varese e confina con l’omonimo parco nel Piemonte.

Il parco ospita in gran parte boschi ricchi di latifoglie, in particolare nella zona di Somma Lombardo si trovano farnia, robinia, pioppo e salice. Sono diversi i mammiferi presenti nel parco: volpi, donnole, tassi, puzzole, scoiattoli e ghiri. Alcuni programmi di tutela hanno permesso il reinserimento e la salvaguardia di caprioli, del pipistrello “Myotis emarginatus” e di lontre. Sono invece 246 le specie di uccelli presenti nel parco, mentre tra le specie ittiche vi sono circa quaranta tipologie, sia autoctone si alloctone.

È possibile percorrere:
– l’itinerario della Conca che, partendo dalla spettacolare Diga del Panperduto, conduce sino alla frazione Maddalena. Tra i punti di maggiore interesse un’antica conca di navigazione in disuso, l’ostello del Panperduto, il bacino di presa dei canali e la bellissima Spiaggia del Fogatore, molto frequentata d’estate e inseriti in un sistema di turismo sostenibile;
– il sentiero dello Strona, che unisce Gallarate (dal Mulino dei Caiello) al Panperduto, attraverso i comuni di Arsago Seprio e Besnate. Lungo il torrente Strona sono ancora visibili alcuni mulini in rovina, parte della secolare storia di sfruttamento delle acque
– l’Ipposidra, l’antico tracciato della ferrovia delle barche. Nelle zone più umide del percorso è possibile avvistare uccelli acquatici quali germani, folaghe, svassi, gabbiani e cigni.