Skip to content Skip to main navigation Skip to footer

Chiesa di Sant’Antonio Abate o al Lazzaretto

La chiesetta di Sant’Antonio è stata costruita nel XV secolo per volere del notaio Antonio Zerbi. Come riporta una lapide murata, nel 1506 il tempio fu ristrutturato dalla famiglia Zerbi.
L’edificio ha pianta rettangolare, con unica navata e abside semicircolare. Addossati alla chiesa sorgono il campanile, con pianta quadrata, e un locale, un tempo adibito a sacrestia.
Seppur intonacata la chiesa conserva il suo carattere antico, con i profili delle aperture in mattoni. Unica decorazione della facciata a capanna è il grande mosaico dorato di Sant’Antonio, realizzato tra il 1960 – 69.
La chiesa ospita una statua in pietra della Madonna e una statua cinquecentesca lignea di San Rocco. Al di sotto di questa, in onore del suo legame con la peste, una teca in vetro conserva ossa di appestati. Nella controfacciata vi è un affresco di Sant’Antonio e sull’altare maggiore è collocata una scultura in cotto del santo. L’attiguo locale custodisce reliquari in argento del Settecento e l’antica pavimentazione in cotto.