Skip to content Skip to main navigation Skip to footer

Giornate FAI di primavera, 15 e 16 maggio 2021

Sabato 15 e domenica 16 maggio si svolgeranno le Giornate della Primavera del FAI, un’occasione per tornare negli spazi della cultura in tutta sicurezza.
Moltissime le aperture e gli appuntamenti sul territorio nazionale, accomunati dalla curiosità delle bellezze italiane che ci circondano ma anche dal forte bisogno di cultura.
Ecco alcuni eventi che abbiamo selezionato, tutti su prenotazione e nel rispetto delle normative vigenti.

VARESE
La delegazione varesina quest’anno propone il tema dell’archeologia industriale, con numerosi eventi nelle città in ricordo della rivoluzione industriale nell’Alto Milanese.
A Busto Arsizio sarà possibile visitare l’ex Cotonificio Ottolini-Bustese (oggi Museo del Tessile e Museo della Scherma), l’ex Macello Civico di Busto Arsizio, il Rudolf Group – Ex ditta Giuseppe Grassi e l’ex complesso dei Molini Marzoli Massari (oggi Tecnocity).
Gallarate apre le porte del Teatro della ex Casa del Popolo, della Palestra della Società Ginnastica Gallaratese, di Villa Gino Borgomaneri e dell’ex Ex Cotonificio Bellora. In aggiunta la città sarà teatro di due itinerari di archeologia industriale, suddivisi tra parte sud e parte nord di Gallarate.
In provincia segnaliamo le visite alla Chiesa di Madonna in Campagna a Cantello, alla Chiesa di Santa Maria Assunta a Tronzano Lago Maggiore, al Forte Castello di Laveno Mombello, al Parco dei Quattro punti cardinali di Taino e ai centri storici di Arcisate e di Induno Olona. Imperdibili il Percorso delle Fornaci di Ispra e l’apertura di Palazzo Ronchelli a Castello Cabiaglio, con uno spettacolare glicine all’ingresso.
Ricordiamo inoltre l’apertura della Torre di Velate, di Villa e Collezione Panza, del Monastero di Torba e di Villa Della Porto Bozzolo a Casalzuigno, con le sue magnifiche fioriture.

MILANO
Numerosissimi gli appuntamenti a Milano, dove molto spazio è stato dato ai teatri e agli spazi urbani: saranno visitabili il Museo Teatrale alla Scala, il Piccolo Museo Grassi, il Teatro Franco Parenti, l’Arco della Pace, il Campus Leonardo del Politecnico, il Parco delle Cave e il MuBAJ – Museo Botanico Aurelia Josz.
Il Gruppo FAI Giovani propone inoltre le opere di Street Art di Piazza Cardinal Ferrari e del quartiere Ortica. Sempre in città citiamo la passeggiata nel Borgo di Chiaravalle, la visita alla Palazzina Appiani, al giardino di Villa Necchi Campiglio e alla chiesa di San Francesco d’Assisi al Fopponino.
Per una gita fuori città suggeriamo una visita al Castello Visconteo di Binasco, alla Certosa di Vigano a Gaggiano e alla Rocca Brivio a San Giuliano Milanese.

BERGAMO
I comuni di Romano di Lombardia, Mapello e Caprino Bergamasco offrono il pacchetto completo, con visite a palazzi storici, collezioni d’arte e luoghi religiosi. Citiamo qui la Collezione privata Ranghetti Vincenzo, Villa Gromo, il Santuario di Prada e il Museo Luigi Torri.
A Bergamo aprono le porte di Palazzo Moroni e dei suoi ricchi giardini, diventati da poco beni del FAI.

BRESCIA
Irrinunciabili anche gli appuntamenti del bresciano, con le visite al Borgo rurale montano di Irma, al Palazzo Gualtieri di Orzinuovi e alla Chiesa di Sant’Eufemia a Corte Franca. Ricchi anche i programmi di Manerba del Garda e di Bienno, con le aperture del Museo Archeologico della Valtenesi, del Parco Archeologico della Rocca di Manerba, della Centrale Idroelettrica Isola e della Casa Valiga degli artisti.
In città la delegazione di Brescia organizza visite al quartiere e al Lazzaretto di San Bartolomeo, al MUSIL, a Villa Torre Calini, al Teatro Grande e alla Chiesa di Santa Maria del Lino.

MONZA E BRIANZA
A Monza apriranno i Giardini Reali, con una particolare visita al Serrone, alla Rotonda dell’Appiani e alle serre degli agrumi. Sarà inoltre possibile ammirare la Chiesa di San Maurizio, il Santuario di Santa Maria delle Grazie e la facciata restaurata del Duomo.
Tra le proposte citiamo anche la visita all’Antico Monastero di Brugora a Besana Brianza e alla Centrale Esterle di Cornate d’Adda.

Variegati gli appuntamenti anche nel resto d’Italia e nelle province di Lecco, Sondrio e Mantova, dove oltre agli eventi singoli riaprono anche i beni di proprietà del FAI, come Castel Grumello, Villa Fogazzaro Roi e la Torre del Soccorso sullo splendido Lago di Como, il Castello e il Parco di Masino a Caravino e la Collezione Enrico a Villa Flecchia di Magnano, in provincia di Biella.

Tutte le visite sono su prenotazione.
Per le modalità di fruizione consultare il sito del Fondo Ambiente Italiano.