Skip to content Skip to main navigation Skip to footer

ULTIMO INCONTRO – Cinque webinar per “Diventare cittadini maturi attraverso l’arte”

L’Istituto di Antropologia per la Cultura della Persona e della Famiglia di Milano, con il sostegno della Fondazione Cariplo ha organizzato una interessante serie di webinar dal titolo “Diventare cittadini maturi attraverso l’arte”.

Gli incontri hanno riguardato la conservazione, tutela e promozione del patrimonio culturale con un originale approccio multidisciplinare. Esperti e professionisti del settore si sono rivolti a tutti coloro che si confrontano con la grande eredità artistica italiana e con i molteplici nodi burocratici legati alla gestione del patrimonio culturale.

Mercoledì 10 marzo, dalle ore 10.00 alle ore 11.30, si svolgerà l’ultimo dei cinque appuntamenti, “Arte, Educazione: per un’educazione civica al patrimonio culturale”.

Si parlerà di educazione civica e del relativo insegnamento introdotto nel piano di studi delle scuole primarie e secondarie dalla legge 92/2019, con una riflessione critica sul ruolo della scuola nella formazione civica dei ragazzi.
Se infatti non vi è alcun dubbio sull’importanza di rendere i futuri cittadini responsabili e rispettosi, è anche vero che più che “imparata” l’educazione civica vada “praticata”.
Il tema sarà affrontato dal punto di vista della conservazione, della tutela e della promozione del patrimonio culturale, analizzando le nuove strategie per coinvolgere gli studenti in un dialogo e una riflessione sulla responsabilità civica.

Guideranno l’ultimo webinar:
Angela Biscaldi, Antropologa dell’Università Statale di Milano
Leonardo Salvemini dell’Università Statale di Milano
Tiziana Zanetti, ricercatrice presso l’Istituto di Antropologia per la Cultura della Famiglia e della Persona.

L’incontro si svolgerà in modalità interattiva sulla piattaforma Zoom, con l’utilizzo di prodotti multimediali e la possibilità di un’ampia partecipazione da parte del pubblico.
Per le modalità di iscrizione al webinar si rimanda al seguente link.
Per maggiori informazioni consultare il sito dell’Istituto o la pagina Facebook.