Skip to content Skip to main navigation Skip to footer

Cinque webinar per “Diventare cittadini maturi attraverso l’arte”

L’Istituto di Antropologia per la Cultura della Persona e della Famiglia di Milano, con il sostegno della Fondazione Cariplo, organizza una interessante serie di webinar dal titolo “Diventare cittadini maturi attraverso l’arte”.

Gli incontri riguarderanno la conservazione, la tutela e la promozione del patrimonio culturale con un originale approccio multidisciplinare. Sono rivolti a tutti coloro che si confrontano con la grandissima eredità artistica italiana e i tanti nodi burocratici legati alla sua gestione.
Interverranno esperti e professionisti del settore:
–  Angela Biscaldi, Antropologa dell’Università Statale di Milano
– Cristina Mazzagalli, Giudice del Tribunale di Varese
– Annalisa Palomba, Giudice del Tribunale di Verbania
– Vito Piglionica, già Presidente del Tribunale di Varese
– Leonardo Salvemini, Università Statale di Milano
– Tiziana Zanetti, Ricercatrice presso l’Istituto di Antropologia per la Cultura della Famiglia e della Persona

Il primo appuntamento è per domani mercoledì 20 gennaio, dalle ore 10 alle ore 11.30 con “Il patrimonio culturale: dalla Costituzione al territorio”. Annalisa Palomba, Leonardo Salvemini e Tiziana Zanetti discuteranno dell’importanza fondamentale attribuita alla cultura e all’arte da parte della Carta Costituzionale; del rapporto tra l’individuo e i beni e il paesaggio che ci circonda, nonché dei soggetti cui è affidata la tutela e la valorizzazione.
I prossimi webinar si terranno:

  • mercoledì 3 febbraio 16 – 17.30, “La tutela penale del patrimonio culturale”
  • mercoledì 10 febbraio 10 – 11.30, “Arte e comunicazione: la street art e le altre forme d’arte negli spazi pubblici”
  • mercoledì 24 febbraio 16 – 17.30, “La bellezza civile del patrimonio culturale: le periferie e la ricchezza locale”
  • mercoledì 10 marzo 10 – 11.30, “Arte, educazione: per un’educazione civica al patrimonio culturale”

Tutti gli incontri si svolgeranno in modalità interattiva sulla piattaforma Zoom, con la visione di prodotti multimediali e permettendo al pubblico di intervenire.
Per partecipare è necessario iscriversi e acquistare il biglietto.
Per maggiori informazioni consultare il sito dell’Istituto o la pagina Facebook.