Skip to content Skip to main navigation Skip to footer

L’Assemblea convocata per l’11 marzo 2020 è sospesa

In ottemperanza al DPCM del 4 marzo 2020, l’Assemblea convocata per l’11 marzo 2020 è sospesa. La nuova data verrà comunicata al più presto.

Si coglie l’occasione per comunicare che a seguito della rinuncia alla propria candidatura da parte dei Sigg. Albizzati Simone e Crosta Paolo, risultano automaticamente eletti, quali rappresentanti dei Comuni superiori ai 5.000 abitanti, i Sigg. Paladini Molgora Alessandro (Sindaco del Comune di Angera) e Zeni Franco (Sindaco del Comune di Cavaria con Premezzo).

La prossima convocazione dell’Assemblea avrà quindi all’Ordine del Giorno, solo ed esclusivamente, il ballottaggio tra i due candidati per i comuni inferiori ai 5.000 abitanti, i Sigg. Squizzato Marco e Fantoni Pier Davide.

Sarà nostra cura comunicare le nuove modalità di votazione.

Per altre informazioni si rimanda alla pagina dedicata alla Convocazione dell’Assemblea Ordinaria 2020 consultabile al seguente link e alla pagina dedicata ai risultati della votazione per il rinnovo del Consiglio direttivo di Upel consultabile al seguente link

La Direzione è a vostra disposizione per ogni eventuale chiarimento.

Nominativi dei candidati al ballottaggio

CANDIDATI CHE HANNO CONSEGUITO LO STESSO NUMERO DI VOTI
6) SQUIZZATO MARCO – Consigliere Cadrezzate con Osmate 46 BALLOTTAGGIO
7) FANTONI PIER DAVIDE – Vice Sindaco Leggiuno 46 BALLOTTAGGIO

FAQ - Le risposte alle domande più frequenti su Assemblea e rinnovo del Consiglio Direttivo

Il soggetto delegato per l’Assemblea del 12 febbraio può, qualora non possa prendere parte alla seduta del 2 marzo, delegare una terza persona al suo posto?
No. Solo il delegante può scegliere a chi dare la delega per farsi rappresentare. Il delegante può, però, inviare alla segreteria di Upel, una mail, e ratificare la scelta fatta dal precedente delegato.

Chi può presentare la candidatura a componente del Consiglio Direttivo?
Il Sindaco, il Presidente o il delegato permanente di un comune/ente associato a Upel.

Cosa si intende per “ente”?
Per “ente” si intendono Province, Comunità Montane, Unioni, Aziende speciali, Società ed organismi partecipati da enti locali.

Entro quando deve pervenire la candidatura a componente del Consiglio Direttivo e con quali modalità?
La candidatura deve pervenire tassativamente presso la sede dell’Upel in via Como 40, entro le ore 18:00 dell’11 febbraio 2020, compilando l’apposito modulo scaricabile nella sezione “Convocazione Assemblea ordinaria 2020” del sito Upel.

Quali sono le modalità di elezione del Consiglio Direttivo?
L’elezione dei 15 membri avviene a scrittura segreta su tre liste che rappresentino le varie realtà associative, e precisamente:

  • lista n.1 per l’elezione di 6 rappresentanti dei comuni con popolazione inferiore ai 5000 abitanti;
  • lista n.2 per l’elezione di 6 rappresentanti dei comuni con popolazione superiore a 5000 abitanti;
  • lista n.3 per l’elezione di 3 rappresentanti di Province, Comunità Montane, Consorzi, Aziende speciali ed altri Enti.

Cos’è la delega permanente?
È una delega conferita dal Sindaco/Presidente a un rappresentante del proprio comune/ente, il quale lo rappresenterà in Assemblea ordinaria e straordinaria e, se eletto, anche nel Consiglio Direttivo dell’Upel. Il delegato permanente agirà, in Assemblea, in nome e per conto del Sindaco/Presidente per tutto il periodo di durata del mandato.

A quali soggetti il Sindaco/Presidente può conferire la delega permanente?
Può delegare un assessore o un consigliere facente parte del proprio comune/ente, oppure, nel caso di Aziende speciali ed altri enti, un rappresentante in base allo statuto del proprio ente.

Ai fini della partecipazione all’Assemblea dell’11 febbraio, in Iª convocazione, e del 12 febbraio, in IIª convocazione, e della votazione per il Rinnovo del Consiglio Direttivo prevista all’ordine del giorno, il Sindaco/Presidente può conferire delega anche ad altri Sindaci/Assessori/Consiglieri/rappresentanti di altri comuni/enti. Fino a quante deleghe possono essere conferite?
Possono essere conferite fino ad un massimo di n. 10 deleghe.

Il sindaco di un comune con popolazione inferiore ai 5.000 abitanti, può rappresentare, previo conferimento di delega, un comune con popolazione superiore ai 5.000 abitanti?
Sì (e viceversa).

Quante preferenze può esprimere un Sindaco/Presidente (o suo delegato)?
Potrà esprimere fino a n. 6 preferenze per la fascia di appartenenza del proprio comune, e fino a n. 3 preferenze se appartenente ad un “ente”, così come di seguito esposto:

  • Se rappresenta un comune di fascia demografica inferiore ai 5.000 abitanti, può votare solo ed esclusivamente per l’elezione dei rappresentanti dei comuni con popolazione inferiore ai 5.000 abitanti (ed esprimere fino a un massimo di n. 6 preferenze);
  • Se rappresenta un comune di fascia superiore ai 5.000 abitanti, può votare solo ed esclusivamente per l’elezione dei rappresentanti dei comuni con popolazione superiore ai 5.000 abitanti (ed esprimere fino a un massimo di n. 6 preferenze);
  • Se rappresenta un “ente”, può votare solo ed esclusivamente per l’elezione dei rappresentanti di Province, Comunità Montane, Consorzi, Aziende speciali ed altri Enti (ed esprimere fino a un massimo di n. 3 preferenze).

Il soggetto al quale viene conferita delega, potrà votare ed esprimere preferenze per la fascia di appartenenza del comune delegante, per ogni delega ricevuta.
Se un sindaco/Presidente/delegato di un comune di fascia demografica inferiore ai 5.000 abitanti riceve la delega di un comune di fascia superiore ai 15.000 abitanti potrà esprimere fino a n. 6 preferenze per i comuni sotto i 5.000 abitanti, e fino a n. 6 preferenze per i comuni sopra i 5.000 abitanti in ragione della delega ricevuta.

Se a un Sindaco/Presidente/delegato vengono conferite dieci deleghe quante saranno in totale le preferenze che potrà esprimere?
Se a un sindaco/Presidente/delegato vengono conferite dieci deleghe da parte di altrettanti comuni, potrà esprimere fino a n. 66 preferenze.

È previsto un gettone di presenza per i membri del Consiglio Direttivo e per i membri dell’Assemblea?
No, la partecipazione al Consiglio Direttivo e all’Assemblea è a titolo gratuito.